IL NUOVO MONDO DI FRANCA CAMPARSI

Paesaggi e fiori che si presentano su carta, con quelli schizzi di acquarello quasi felici come bambini nella loro trasparente bellezza e spontaneità. Rappresentano la felicità che sprizza dallo sguardo di Franca Camparsi, questa giovane mamma mantovana che ha scoperto solo da poco questa sua qualità artistica, destinata nel tempo a migliorare ancora e a sorprendere.

Poteva continuare la sua vita quotidiana da impiegata, tra i francobolli e le carte da sistemare, tra i fornelli ed una famiglia da accudire, come per tanti anni aveva fatto. Ecco invece improvvisamente, dopo un burrascoso periodo riguardante la sua salute fisica, appare, come un lampo di aurora dopo il temporale, il frutto della sua sofferenza: il suo talento. Quest’ultimo sembra accarezzato da quei valori spirituali ed eterni, che la Rivelazione Mondiale Baha’i ha soffiato con forza sull’orizzonte del suo spirito assetato.

L’artista entra con discrezione nel mondo incantato dei paesaggisti, nel quale ci si sofferma ancora ad ammirare un gradevole scenario naturale, traducendolo poi con sentimento in immagine pittorica. Talvolta purtroppo le bellezze naturali possono essere raffigurate attingendo ai ricordi e alla fantasia, quando questi non erano ancora aggrediti dalla cosiddetta civiltà.

Franca ha optato per l’acquarello al quale la carta fa da supporto, valorizzando con il suo bianco la trasparenza dei colori e consentendo la realizzazione di delicate velature. Il suo lavoro trae ispirazione dai maestri del passato, le cui opere però vengono elaborate secondo l’interpretazione personale suggerita dal proprio mondo emozionale ed interiore.

L’intensità dei colori e la vivacità dell’insieme conferiscono nuova vita al modello, reso in origine con luce più attenuata, tanto da richiamare altre tecniche pittoriche. La passione, lo slancio poetico, lo zelo del neofita ed il delicato tocco femminile, permettono all’autrice di realizzare opere gradevoli ed eleganti; quadri da osservare con calma per lasciarsi trasportare in un nuovo mondo dove regna la pace, la spiritualità e la bellezza luminosa.

 

 Marco Dallabella

Con la collaborazione di Federica Federici e Giulia Vaccari

[SCRITTI di Mario Cherubini e Ottavio Borghi]